Regione Veneto

Revisioni Veicoli Scadenza 2017

Revisione veicoli: le scadenze 2017

  • Le scadenze per la revisione obbligatoria dei veicoli sono differenziate a seconda

    • della categoria del veicolo
    • dell’anno di immatricolazione, o di ultima revisione.

    Nel 2017 sono chiamati alla visita di provarevisione

    • i mezzi a revisione generale annuale
    • quelli immatricolati nel 2013
    • quelli revisionati l'ultima volta nel 2015


    Sono chiamati ogni anno alla revisione

    • i veicoli per il trasporto di persone con più di nove posti
    • gli autocarri e rimorchi con massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate
    • i veicoli in servizio pubblico di piazza e ambulanze
    • veicoli atipici

    Dopo quattro anni dall'immatricolazione è invece prevista la scadenza per:

    • autovetture
    • veicoli immatricolati ad uso promiscuo (sempre più rari)
    • autocarri con massa a pieno carico inferiore a 3,5 tonnellate
    • motocicli, ciclomotori e quadricicli leggeri

    (per i rimorchi con massa a pieno carico inferiore a 3,5 tonnellate immatricolati dopo l'anno 1997 le revisioni sono sospese in attesa di apposito decreto ministeriale).

    Dopo la prima, le successive revisioni sono biennali, perciò devono effettuare la revisione nel 2017 anche i veicoli già revisionati nel 2015.

    Le visite possono essere effettuate sia in Motorizzazione sia nelle officine autorizzate entro il mese di riferimento, inteso come mese di prima immatricolazione o di ultima revisione, a seconda dei casi.

    Auto d’importazione usate
    Particolare attenzione alle auto d’importazione usate, sempre più diffuse: le normative europee sono sempre più coordinate e il Codice della strada non fa eccezione, tanto che le scadenze della revisione periodica sono piuttosto allineate. Quello che conta è l'anno di immatricolazione originaria, e non quella di ingresso in Italia. In questo senso, se non è stata fatta revisione nel Paese di origine, l'auto dovrà essere sottoposta a visita allo scadere dei quattro anni. Se la carta di circolazione riporta invece una revisione (effettuata ai sensi dell'art. 75 del Codice della strada -vedi pag. 4 del libretto) il veicolo rientrerà nelle normali scadenze biennali.

    Revisione straordinaria
    La revisione straordinaria di singoli veicoli può essere disposta dalla Motorizzazione (Dipartimento dei Trasporti Terrestri) anche su segnalazione degli organi di polizia stradale, qualora sorgano dubbi sulla persistenza dei requisiti di sicurezza, rumorosità e inquinamento prescritti o sulle condizioni a seguito di incidente stardale.

    Sanzioni e conseguenze
    169,00 euro la sanzione prevista per chi circola senza revisione in regola, che diventano 336,00 euro se la revisione non è stata effettuata per più d’una volta.

    L’articolo 80 del codice della strada - modificato nell'estate 2010 dalla legge nr. 120 - prevede inoltre che il veicolo venga sospeso dalla circolazione mediante specifica annotazione sulla carta di circolazione, a cura del'agente accertatore.
    Il proprietario potrà guidare unicamente per recarsi all'officina ed effettuare la revisione, oppure per portare l'auto a casa.

    Se un veicolo circola durante il periodo di sospensione la sanzione (minima) passa a 1.959,00 euro con fermo amministrativo per 60 giorni.

    In caso di controllo i veicoli non revisionati possono essere allontanati da alcune categorie di strade, ad esempio le autostrade.

torna all'inizio del contenuto