Regione Veneto

Patentino ciclomotori: si parte con la nuova AM

Patentino ciclomotori: si parte con la nuova AM

Prova pratica ciclomotore a due ruoteDal 19 gennaio 2013 per guidare i 50 cc serve una patente vera e propria: la categoria AM.
Questo è ciò che prevede il Decreto legislativo n. 59 del 18.4.2011 (attuazione delle direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE concernenti la patente di guida), che manda definitivamente in pensione il cosiddetto certificato di idoneità alla guida (CIG), meglio noto come patentino.
Si tratta di un cambiamento non solo terminologico con modifiche che riguardano:
  • modalità di conseguimento
  • validità. 
sparisce il patentino e arriva la patente AM che vale anche per l’estero, solo se si hanno almeno 16 anni. 
Per ottenerla serve un esame, la cui preparazione e svolgimento avviene con le stesse modalità delle altre patenti.
  • Esame
Fino ad oggi il patentino si poteva ottenere sostenendo un esame tramite scuola o autoscuola, presentando l'attestato di frequenza rilasciato dai rispettivi canali.
Dal 19 gennaio l’attestato non sarà più necessario e l'esame si potrà effettuare tramite autoscuola oppure da privatisti.
 
  •  Età minima e validità
Resta a 14 anni il limite di età per conseguire l'abilitazione.
La nuova direttiva comunitaria fissa l’età minima per il conseguimento della patente AM a 16 anni, ma i singoli stati hanno la facoltà di abbassare questo limite a 14 anni.
A differenza di quanto accaduto fino ad oggi, la nuova patente AM abilita alla guida dei ciclomotori anche fuori dai confini nazionali, ma solo a partire dai 16 anni.
 Fino al raggiungimento dell’età regolamentare, la patente AM vale solo nel Paese in cui è stata rilasciata.
 
  •  Cosa rimane del patentino
Chi ha già conseguito il patentino o lo farà prima del 19 gennaio accederà al certificato di idoneità alla guida, il vecchio CIG che non perde la sua validità.
Il titolare del CIG non potrà guidare all’estero, a meno di fare anche l’esame per la AM e di avere almeno 16 anni.
I certificati di idoneità alla guida già rilasciati e in circolazione sono validi fino alla loro scadenza naturale.
 
  •  La scuola
Resta molto poco  dei percorsi che per tanti anni hanno accompagnato migliaia di studenti al patentino: a partire dal 19 gennaio solo i corsi delle autoscuole prepareranno effettivamente al conseguimento della patente AM.
 
Rimane la funzione di educazione stradale e di preparazione agli esami da privatista (una volta adeguati programmi e materiale didattico), ma la scuola non potrà mai sostituirsi all’autoscuola nella preparazione diretta dei futuri scooteristi.
torna all'inizio del contenuto